La Fisioterapia in Veterinaria è una branca della Medicina Riabilitativa che rende possibile il recupero delle funzioni negli animali colpiti da eventi traumatici o patologici che abbiano prodotto un qualche tipo di lesione invalidante, reversibile o permanente.

Un protocollo fisioterapico varia da soggetto a soggetto e comprende:

  • il massaggio;
  • gli esercizi terapeutici passivi ed attivi;
  • la termoterapia;
  • l’idroterapia;

ed una serie di tecniche strumentali tra le quali:

  • l’elettrostimolazione;
  • l’ultrasuono terapia;
  • la magnetoterapia.

Possono beneficiare della fisioterapia pazienti con problemi di natura neurologica, ortopedica, ma anche pazienti obesi, sportivi e geriatrici.

Gli obiettivi sono:

  • prevenire o limitare l’atrofia muscolare e il disuso articolare;
  • alleviare il dolore;
  • ridurre l’infiammazione;
  • evitare sedentarietà;
  • migliorare la qualità della vita;
  • migliorare la qualità dei movimenti;
  • ridurre i tempi di recupero post operatorio;
  • prevenire la formazione di piaghe da decubito.

La Fisioterapia in Veterinaria è da considerarsi quale stimolo psicologico positivo soprattutto nei pazienti Paraparetici o Paraplegici.

In molti casi, soprattutto nei pazienti neurologici, rappresenta l’alternativa all’intervento chirurgico quando quest’ultimo non è risolutivo.